Tartare di manzo

Tartare di manzo…. ma perché “tartare”?? Wikipedia sostiene che ll nome deriva dalla leggenda secondo la quale il popolo nomade dei tartari, originario dell’Asia centrale, non avendo tempo per cucinare, poneva la carne sotto le selle dei propri cavalli per trovarla ammorbidita al momento del pasto. La bistecca alla tartara si diffuse nella Russia Zarista e fu molto apprezzata dai marinai di Amburgo. È probabilmente l’antenata dei moderni hamburger“.

Comunque, al di là dell’origine del nome, con l’arrivo della bella stagione, la tartare di manzo è ancora più apprezzata essendo un piatto fresco e semplice da preparare…
Si utilizza lo scamone o una lombata magra che di regola dovrebbe essere tagliata a coltello, prima a striscioline e poi queste in piccoli pezzi, in modo che la carne non perda il suo ottimo sapore.
Per semplicità può essere preparata dal macellaio direttamente con il tritacarne.

#tartare #manzo

La tartare deve essere condita esclusivamente con olio extravergine di oliva…si può poi arricchire come ognuno preferisce..
solitamente io aggiungo una leggera spolverata di prezzemolino fresco tritato, ostie di parmigiano grana preparate con lo sbuccia patate e un pizzico di pepe nero. In ultimo una spruzzata di limone fresco..

La tartare di manzo è n piatto semplice che può essere reinventato secondo il gusto di ciascuno… provatela con:
– qualche cappero tritato con pochissimo aglio…. sentirete che bontà
– rosmarino, un cucchiaino di senape e una spruzzata di Worcestershire sauce..
oppure…. utilizzate voi la vostra fantasia culinaria!!