Le paste
Le paste

Pici ricotta e castelmagno

 

#Pici #ricotta e #castelmagno

Di norma utilizzo i pici, pasta toscana fatta a mano, simile agli spaghetti ma molto più spessa, con tempo di cottura lungo, di circa 15/20 minuti. 
Il condimento prevede un buon apporto proteico dato dalla globulina e dall’albumina della ricotta, e l’utilizzo della verza con proprietà antinfiammatorie, ricca di ferro, sali minerali, fibre e sostanze antiossidanti in grado di combattere i radicali liberi e l’invecchiamento.
Il sapore dolce e delicato della ricotta e della verza è rallegrato dal gusto deciso e leggermente piccante del Castelmagno.

INGREDIENTI per 5 personepici

  • 500 gr di pici toscani
  • 300 gr di verza
  • 250 gr di ricotta
  • 100 gr di Castelmagno grattugiato
  • 100 gr di Parmigiano grattugiato
  • olio e.v.o.
  • pepe

PREPARAZIONE

#Pici #ricotta e #castelmagnoPortare abbondante acqua  per la cottura della pasta in ebollizione, salare e buttare i pici che impiegheranno circa 15 minuti per una cottura al dente. 

Nel frattempo lavate la verza e affettatela sottilmente. 

A cottura quasi ultimata della pasta aggiungete nell’acqua la verza e finire la cottura.

#Pici #ricotta e #castelmagno

 

Avrete giusto tempo per preparate il condimento nel piatto da portata, mescolando la ricotta con l’olio, il pepe e il parmigiano e un mestolo di acqua di cottura.

A cottura ultimata, scolate i pici e metteteli nel piatto da portata per condirli con quanto appena preparato. Terminare con una spolverata di Castelmagno.

#Pici #ricotta e #castelmagno
#Pici #ricotta e #castelmagno

 

Penne carciofi e zola

#penne #carciofi #zola ingredienti

Un ‘idea per un piatto gustoso e rapido

avete mai provato carciofi e zola? sono un connubio perfetto per creare un primo piatto gustoso

In questi giorni, grazie a trnd, partecipo alla “fase fornelli” di un progetto che permette, insieme ad amici e conoscenti, di testare la bontà e la qualità della pasta De Cecco che da 125 anni seleziona grani duri di alta qualità e utilizza metodi di produzione certificati, in linea con la tradizione..

Per testare tutte le qualità questa pasta, ieri sera ho cucinato qusta ricetta per un paio di amici ospiti dell’ultimo minuto…un successone!…nell’attesa della cottura della pasta riuscirete a preparare in un attimo un condimento speciale… carciofi e zola!

INGREDIENTI per 5 persone

  • 500 gr di penne lisce DeCecco
  • 30 gr di gorgonzola dolce
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • quattro carciofi di Albenga
  • uno scalogno
  • olio evo
  • una foglia di alloro

PROCEDIMENTO

Portare ad ebollizione vivace almeno 5 litri di acqua, salate e cuocete la pasta. 
Nei minuti che avrete a disposizione mentre l’acqua bolle e la pasta cuoce, tritate lo scalogno, mondate i carciofi e tagliateli a fettine sottili.
In una padella antiaderente soffriggere leggermente lo scalogno in alcuni cucchiai di olio evo e la foglia di alloro.

Unite poi il carciofo, salate e lasciate stufare per alcuni minuti a fuoco vivace.

Scolate la pasta al dente e unitela in padella, aggiungendo poco a poco mezzo bicchiere di acqua di cottura. 
Fate cuocere ancora qualche minuto mescolando finché l’acqua non venga completamente assorbita.
Spegnere il fuoco e aggiungete lo zola spezzettato e il parmigiano..

Impiattate immediatamente le penne carciofi e zola e gustate…il sapore della semola, il gusto dei carciofi, il carattere deciso del gorgonzola...

#penne #carciofi #zola carciofi e zolae se poi volete qualche indicazioni su un formaggio fantastico e duttile… cliccate qui per il raggiungere il suo sito ufficiale!

Cena degli innamorati..cuori di semola all’aroma di pepe verde

 

#cuori di semola #gnocchi alla romana

Per la sera del 14 febbraio Anto era finalmente di ritorno da alcuni giorni di lavoro a Roma… nell’attesa che tornasse finalmente a casa, aiutata da Alberto ho preparato questi gnocchi alla romana adatti per la cena di San Valentino…

INGREDIENTI

  • 350 gr di semola per gnocchi
  • 1 litro di latte
  • una cipolla di piccole dimensioni
  • 400 gr di acqua
  • un pizzico di sale
  • noce moscata
  • un uovo
  • una foglia di alloro
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 100 gr di parmigiano grattato
  • grani di pepe verde in salamoia

PROCEDIMENTO

per la cottura in pentola del semolino:

#cuori di semola #gnocchi alla romana

in  una pentola di dimensioni comode portare a bollore il latte e l’acqua con l’aggiunta di un pizzico di sale e un po’ di salamoia del pepe, una cipolla intera e una foglia di alloro. Quando il latte inizierà a bollire aggiungere la semola a pioggia e mescolare con una frusta. Fate cuocere finché non si stacca bene dalle pareti della pentola, circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto in modo che il semolino non si attacchi sul fondo. Quando sarà ben cotto, spegnete il fuoco, aggiungete un uovo, il parmigiano grattugiato e l’olio, una bella grattata di noce moscata e mescolare per amalgamare bene gli ingredienti. Stendete quindi l’impasto in una teglia bagnata, coprite con la pellicola trasparente e utilizzate il mattarello per livellare tutto a  circa un centimetro.

per il passaggio in forno:

lasciate raffreddare, quindi tagliate con la formina a cuore. Potete comporre dei piatti singoli per monoporzioni, oppure una grande teglia ben ordinata. Spolverare con parmigiano grattato, noce moscata, grani di pepe verde. Scaldate il forno a 200°C, infornare e cuocete per circa 40 minuti finchè la superficie non sarà dorata.

Servire tiepidi e buon San Valentino a chi ama… in cucina…

#cuori di semola #gnocchi alla romana