STAGIONI e FESTE DELL’ANNO
STAGIONI e FESTE DELL’ANNO

Finalmente primavera!!!

#Pasqua #primavera #whiteflower #Easter primavera

finalmente è tornata anche in giardino laprimavera!!

 

 

Potranno tagliare tutti i fiori,

ma non fermeranno mai la primavera

Pablo Neruda

#Pasqua #primavera #white #Easter

fragole e fiori di albicocco in primavera

 

peonia di primavera sbocciata

Marina Rei Primavera

Respiriamo l’aria… è la primavera
E’ la primavera, è la primavera…

Sabato mattina ancora a scuola
L’ ora è ormai finita e la mia mente va
Una settimana intera e oggi lo vedrò
Dio come mi manca, giuro non lo lascerò.

Un’uscita con l’amica Isa D.
Lettere nascoste di segreti
E gli appuntamenti alle quattro sotto al bar
Con il motorino fino al centro giù in città.

Oh, respiriamo l’aria
E viviamo aspettando primavera, nanana
Siamo come i fiori prima
Di vedere il sole a primavera, nanana
Ci sentiamo prigioniere della nostra età
Con i cuori in catene di felicità,
Sì, respiriamo nuovi amori
Aspettando che sia primavera

Mano nella mano a camminare
Occhi nei tuoi occhi amore amore
Cuori grandi sopra i muri disegnati
Con i nostri nomi scritti e innamorati

Mari di promesse fatte insieme
Vedrai, ti aspetterò finché vorrai
Un arrivederci dove e quando non si sa
Stesso posto stessa ora al centro giù in città.

Oh, respiriamo l’aria
E viviamo aspettando primavera, nanana
Siamo come i fiori prima
Di vedere il sole a primavera, nanana

Respiriamo l’aria
E viviamo aspettando primavera, nanana
Siamo come i fiori prima
Di vedere il sole a primavera, nanana, no no
Ci sentiamo prigioniere della nostra età
Con i cuori in catene di felicità,
Sì, respiriamo nuovi amori
Aspettando che sia primavera

Respiriamo l’aria
E viviamo aspettando primavera, nanana
Siamo come i fiori prima
Di vedere il sole a primavera, nanana

Tu dimmi che mi vuoi ancora, dimmi che mi vuoi
Tu dimmi non mi lascerai, io non ti lascerò
Tu dimmi che mi vuoi ancora, dimmi che mi vuoi
Tu dimmi non mi lascerai, io non ti lascerò
Tu dimmi che mi vuoi ancora, dimmi che mi vuoi
Tu dimmi non mi lascerai, io non ti lascerò

#Pasqua #primavera

Primo Maggio: Fave e salame

Fave e salame per le feste di primavera

Fave e salame, sono un accoppiata golosa e, in Liguria, rappresenta il menù delle gite in campagna, dei picnic sui prati durante i primi giorni tiepidi di primavera trascorsi in compagnia, felicemente all’aperto.
Per fave e salame, i bacelli migliori sono quelli che si consumano appena raccolti, e rigorosamente sbucciate solo al momento di consumarle.
Ma questo significa anche programmazione, calendarizzazione della semina delle fave nell’orto, a novembre con la corretta fase lunare. Significa sperare in un buon raccolto e pregustare, a novembre, con le mani al freddo nella terra, la gioìa di raccoglierle nel cestino di vimini e ritrovarsi tutti insieme a gustare in primavera fave e salame
 Una splendida e tiepida giornata di sole, 
fave di Arenzano appena raccolte, 
pecorino sardo fresco, 
salame bio km 0…. 
che cosa desiderare di più per festeggiare 
una giornata di meritato riposo?
Troverete in rete numerose idee per cucinare le fave.. La mia piccola esperienza, ma grande appassionata di fave e salame, è che il modo migliore (e unico), per consumare le fave fresche, è quello di consumarle belle e crude, dolci e croccanti cosi come sono con un pizzico di sale e una buona fetta di pane.
fave e salame
La Vicia Faba, della famiglia delle Leguminose, è una pianta diffusa in tutto il Mediterraneo.
Questo legume contiene circa, il 5% di proteine, il 5% di fibre, il 4,5% di carboidrati e pochissimi grassi (0,4%); il restante 84 % è costituito da acqua.
Le fave sono ricche di ferro, potassio, magnesio, rame, selenio e moltissime vitamine, soprattutto acido ascorbico.

Serena Pasqua!

serena Pasqua

Finalmente ci siamo… 
 
le decorazioni in cucina sono sistemate vicino agli utensili
 

Torta Pasqualina per una serena Pasqua 

le  Torte Pasqualine stanno  
per essere infornate, 
serena Pasqua pane con le uova
il pane con le uova è stato sfornato e le uova sode sono colorate
 

coniglio e uova di pasqua

 
e con il sole in giardino si gioca…..
 
 Che sia per tutti una Serena Pasqua 
 
Auguri!
 
@MammaLuci

E’ la festa più importante per i cristiani e significa etimologicamente “passaggio”. La data è mobile perché dipende dal plenilunio di primavera mentre l’ origine è legata al mondo ebraico, in particolare alla festa di Pesach, durante la quale si celebrava il passaggio di Israele, attraverso il mar Rosso, dalla schiavitù d’ Egitto alla libertà.

La Pasqua è il culmine del Triduo pasquale, centro e cuore di tutto l’ anno liturgico. È la festa più solenne della religione cristiana che prosegue con l’ Ottava di Pasqua e con il tempo liturgico di Pasqua che dura 50 giorni, inglobando la festività dell’ Ascensione, fino alla solennità della Pentecoste.

Presso gli ebrei la  festività di Pesach era in origine legata all’attività agricola ed era la festa della raccolta dei primissimi frutti della campagna, a cominciare dal frumento. 
In seguito, la Pasqua diventa la celebrazione annuale della liberazione degli ebrei dalla schiavitù, significato che si aggiunse all’ altro, come ricordo della fuga dall’ Egitto e del fatto che con il sangue degli agnelli si fossero dipinti gli stipiti delle porte affinché l’ angelo sterminatore, come dice la Bibbia, passando da quelle case, risparmiasse i primogeniti. .. per continuare a leggere clicca qui

Pane di Pasqua dolce con le uova

#pane, #Pasqua, #uova
Pane di Pasqua dolce con le uova

Lo scorso anno per il periodo pasquale vi avevo presentato la ricetta dei canestrelli con l’uovo che potrete trovare qui..

Per l’imminente Pasqua oggi vi propongo la ricetta per preparare una bella pagnotta dolce, tipica del periodo pasquale nella zona di Diano Marina, arricchita e decorata con le uova, da gustare in qualsiasi momento della giornata, per colazione o per merenda oppure, perché no, durante il picnic di pasquetta..

INGREDIENTI…..

per l’impasto#pane, #Pasqua, #uova

  • 550 gr farina 00
  • 30 gr di farina integrale
  • 250 ml di latte
  • 2 uova
  • 50 gr di burro
  • 25 gr di lievito di birra
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • un pizzico di sale

e per decorare

  • 4 uova
  • granella di zucchero
  • una tazzina di latte zuccherato
#pane, #Pasqua, #uova

PROCEDIMENTO:

Sciogliere il lievito di birra in poco latte tiepido.
In un contenitore sbattete le uova con i due cucchiai di zucchero di canna e il burro che avrete lasciato a temperatura ambiente.
#pane, #Pasqua, #uovaSetacciate quindi la farina 00 e quella integrale e disponetela a fontana su un piano per impastare.
Aggiungete prima il latte in cui avete sciolto il lievito, poi uova burro e zucchero sbattuti ed infine il latte rimasto ed il pizzico di sale.
Impastate per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto morbido; aggiungete ancora un pugno di farina se risultasse troppo appiccicoso.
Mettete l’impasto in una terrina che avrete precedentemente unto, coprite con la pellicola trasparente e fate lievitare per almeno due ore. Nel frattempo lavate e insaponate le quattro uova che avrete messo da parte per la decorazione.
#Pane, #Pasqua, #uovaQuando la pasta sarà lievitata, ponetela sulla spianatoia e dividetela per formare 17 palline di circa 60-70 grammi l’una. (vi avanzerà anche un po’ di pasta che ho utilizzato per fare alcuni cestini mono uovo)
Ponete in una teglia antiaderente imburrata e infarinata le palline in modo da formare una corona sulla circonferenza della teglia. Sistemate quindi le uova come meglio credete e terminate la copertura della teglia in modo ordinato con le palline di pasta avanzate. Coprite poi con un canovaccio e lasciate riposare per un’altra ora almeno. Spennellate la superficie con del latte zuccherato e cospargete la granella di zucchero.
Portate il forno statico a 220 gradi.
#pane, #Pasqua, #uovaInfornate, abbassate la temperatura a 200 gradi e fate cuocere per 50 minuti circa.
Fate la prova dello stuzzicadenti per controllare la cottura che non deve mai essere troppo prolungata per non far seccare la pasta.
A cottura ultimata, togliete dalla teglia con delicatezza e ponete a raffreddare su una griglia.
Conservate avvolta in un canovaccio e consumate preferibilmente in compagnia e con gioia!
…Sentirete che morbida bontà e che sorpresa il sapore dell’uovo…..

#pane, #Pasqua, #uova

Con la pasta avanzata ho preparato dei nodi per le uova da donare a Pasqua

#pane, #Pasqua, #uova

Con l’augurio che possiate trascorrere una Santa Pasqua serena, in compagnia di chi più amate……..uova