Marmellata di limoni…dall’orto di Tania

marmellata di limoni

Il mese di aprile è il momento migliore per preparare la marmellata di limoni semplice e profumata, adatta sia da utilizzare con i dolci sia in accompagnamento a formaggi o carni bianche. In aprile infatti le piante di limoni della Liguria sono gialle per i frutti profumati che con gran piacere si possono cogliere direttamente a mano dagli alberi che colorano gli orti e i giardini ….

Preparando questa marmellata di limoni si avanza una discreta quantità di scorza, che del limone è la parte più benefica.

Infatti proprio nella scorza, ricca anche di fibra e di calcio, si trova la maggior quantità di vitamina C che aiuta ad assorbire il ferro presente nei legumi e nelle verdure verdi a foglia, come gli spinaci e l’insalata.

E’ presente anche il limonene, una preziosa molecola della famiglia dei terpeni responsabile del caratteristico profumo e principale componente dell’olio essenziale di limone, che si ricava proprio dalla sua distillazione.

Tutta la scorza avanzata dalla preparazione della marmellata di limoni, può essere grattugiata, sigillata in un sacchetto, congelata fino a 6 mesi e utilizzata al bisogno per insaporire piatti di pesce, legumi o carne bianca aggiungendola a fine cottura affinché il calore non disperda le vitamine presenti.

 INGREDIENTI

  • 2 kg di polpa di  limoni non trattati
  • 1 kg di zucchero  zucchero di canna grezzo
  • 100 ml di acqua
  • 1/2 baccello di vaniglia

PREPARAZIONE 

Lavate i limoni, metteteli a bagno in acqua fredda e lasciateli riposare per almeno un giorno.

marmellata di limoniUtilizzando un pelapatate rimuovete da 4 limoni la sola buccia evitando di asportare la parte bianca che risulta amara.

Affettate a listarelle sottili le seste, mettetele in una casseruola con un po’ d’acqua e sbollentate almeno due volte in modo che si elimini l’amaro in eccesso. Dai restanti limoni eliminate la buccia e la parte bianca.

Tagliate poi la polpa dei limoni a cubetti ed eliminate i semi, cercate di recuperare tutto il succo che verrà perso durante questa operazione.

Mettete la polpa e il succo raccolto dentro al paiolo dopo aver pesato il tutto in quanto in seguito si dovrà aggiungere la metà del peso in zucchero.

marmellata di limoni

Fate cuocere a fuoco basso. Trascorsi i primi 30 minuti passare la polpa al passaverdura in modo da eliminare completamente la parte bianca e i semi.

Rimettete nel paiolo, aggiungete lo zucchero, la vaniglia, le scorzette e continuate la lenta cottura , mescolando spesso per altri 20 minuti circa.

marmellata di limoniPrestate attenzione in quanto nella buccia dei limoni c’è molta pectina e quindi, a questo punto, la marmellata tenderà ad addensarsi molto velocemente  prendendo un colore ambrato e una consistenza gelatinosa

Verificate il grado di cottura con un piattino freddo di freezer .

A cottura conclusa versatela bollente in vasetti precedentemente lavati e sterilizzati, chiudeteli immediatamente con i loro coperchi dopo aver pulito i bordi a contatto con il coperchio, da eventuali residui di marmellata .

Ponete i vasetti in una capiente pentola, avvolti in un canovaccio.

Portare ad ebollizione, fate bollire a fuoco vivace per  20 minuti,  lasciate poi raffreddare nella pentola per circa 6-8 ore.

La marmellata di limoni è pronta per essere consumata dopo due settimane.

marmellata di limoni