CONFETTURA DI ROSE DI ZIA GRAZIELLA

CONFETTURA DI ROSEA Diano Marina Zia Graziella, nel poco tempo libero che ha a disposizione, si occupa del giardino della Nonna, un fazzoletto di terra dove si conservano gelosamente i ricordi di tutta la nostra famiglia, vecchi alberi di agrumi piantati dal bisnonno e antiche piante di rosa che resistono allo scorrere del tempo.
In giardino, tra le diverse varietà di rose che in questo periodo dell’anno raggiungono la massima fioritura, possiamo ammirare alcuni arbusti dal fiore rosa intenso, semplice ma profumato,  che serbano un prezioso segreto: il potere curativo dei petali.

La specie in questione si chiama “Rosa Maggese”, in onore del mese in cui fiorisce; è anche detta Rosa Gallica, Rosa Mistica o “Rosa degli Speziali” proprio perché i profumati petali, dalle proprietà emollienti, antinfiammatorie e digestive venivano già utilizzati fin dall’antichità.
Con le rose maggesi la zia Graziella prepara ogni anno una piccola quantità di profumata confettura per serbare nei mesi invernali il fragrante profumo delle rose di maggio.
Importante per la preparazione è che durante l’anno le piante di rosa non vengano mai sottoposte a trattamenti con concimi o insetticidi o altre sostanze che possano rendere pericoloso il consumo del fiore.
 
 

CONFETTURA DI ROSE

INGREDIENTI PER LA CONFETTURA DI ROSE
 
 
250 gr di petali appena colti di “Rosa Maggese”
500 gr di zucchero
500 gr di acqua oligominerale naturale
un limone bio
 
 
Raccogliete le rose al mattino,  prima che prendano sole, selezionando solo quelle fresche e ben sbocciate.
Dividere la corolla  dalle altre parti del fiore che devono essere eliminate.
Sciacquate poi i petali in acqua fresca e asciugateli delicatamente.

CONFETTURA DI ROSE

Eliminate dagli stessi la parte bianca all’attaccatura e poneteli in un capiente contenitore. Aggiungete 300 gr di zucchero, il succo di mezzo limone e incominciate a sfregare gli ingredienti con le mani in modo che lo zucchero poco per volta maceri i petali.
 
Continuate a sminuzzare il composto utilizzando un pestello di legno.
Una volta che i petali saranno sminuzzati e ben amalgamati con lo zucchero, lasciare macerare per circa 12 ore.
CONFETTURA DI ROSETrascorso il tempo per la macerazione, in una pentola di acciaio con il fondo spesso, sciogliete l’acqua con lo zucchero restante.
Unite allo sciroppo così ottenuto il composto macerato.

Fate cuocere a fuoco basso,  utilizzando un taglia fiamma, per circa 40 minuti mescolando con un cucchiaio di legno e prestando attenzione che la marmellata di rose non si bruci. 

Appena il composto comincia ad addensarsi, provate a far cadere una goccia di confettura di rose su un piattino pulito per assicuratevi che non scivoli via… questo è a garanzia della cottura ultimata.
 
A cottura ultimata, versate la confettura di rose bollente in contenitori ermetici di vetro perfettamente puliti.



CONFETTURA DI ROSE