Minestrone di verdura e legumi: le regole per cucinarlo ottimo e leggero

 
.
Un primo piatto saporito e salutare, che sorprenderà anche chi non ama particolarmente le verdure…
Il minestrone, di legumi e verdure che può essere servito anche come piatto unico, se accompagnato da crostini di pane abbrustolito..
 
Per il minestrone non posso scrivervi una vera e propria ricetta perché, a seconda della verdura che trovo sul mercato e alla stagionalità, il mio cambia sapore e colore.
 
Indicherò qui le regole che seguo sempre per la preparazione:
– il minestrone deve essere sempre cucinato utilizzando le verdure di stagione presenti sul mercato;
ingredienti che non devono mai mancare durante tutto l’anno:
  • olio extravergine di oliva e sale
  • uno spicchio d’aglio privato dell’anima
  • una cipolla grande o due porri
  • due gambi di sedano
  • qualche patata ricordando che il loro numero influenzerà la densità del minestrone
  • un piccolo mazzo di bietole o spinaci – dopo averli lavati li trito con il sale grosso in modo che perdano un po’ di verde
  • fagioli freschi o secchi ammollati dal giorno prima – per accelerare la cottura basta sciacquarli, porli in un contenitore con acqua e metterli in microonde per almeno 10 minuti
  • qualche gambo di prezzemolo

 

ingredienti da scegliere quando in stagione
  • zucca
  • fiori di zucchini, ottimi e più facili da reperire rispetto ai fiori di zucca che sono disponibili solo nei mesi più caldi
  • carciofi molto gustosi, utilizzate anche i gambi privati della buccia esterna che è amara
  • un peperone piccolo
  • una melanzana
  • cavolfiore e cavolo nero: senza abbondare
  • verza
  • un pomodoro, non abbondare altrimenti il minestrone assumerà un sapore troppo acido
  • fave fresche, se grandi rimuovere la pellicina verde che le ricopre
  • erbe selvatiche come le ortiche o i denti di leone
  • qualche asparago

 

– ingredienti da aggiungere a piacere:
  • un rametto di rosmarino legato
  • un rametto di timo
  • cotenne di lardo o pancetta (non affumicate io però non le uso perchè diventa meno digeribile.. ),
  • croste di formaggio parmigiano ben pulite

 

– utilizzo una pentola capiente in quanto il minestrone si conserva per alcuni giorni in frigorifero oppure, posto in contenitori ermetici, si può surgelare senza problemi per averlo disponibile al bisogno;
– tutte le verdure devono essere accuratamente lavate e poi devono restare a bagno alcuni minuti per essere sicuri che siano ben lavate;

 

-comincio riducendo a pezzettini regolari di misura piccola, sedano, carota e affettando la cipolla e lo spicchio d’aglio e con questi avvio un leggero soffritto utilizzando olio extravergine di oliva;
– nel frattempo metto a scaldare una pentola d’acqua;
-procedo poi scolando tutte le verdure e tagliandole a pezzettini regolari, piuttosto piccoli;
– a mano a mano che le verdure sono tagliate, le aggiungo al soffritto e lascio cuocere rimescolando con cura in modo che le verdure non si attacchino…..taglio tutto con l’accortezza di tenere per ultime le patate;
– dopo aver aggiunto tutte le verdure, continuo a cuocere senz’acqua per alcuni minuti;
– aggiungo il sale, l’acqua bollente e faccio bollire a fuoco vivace, senza coperchio per almeno mezz’ora. Dopo di che abbasso il fuoco, metto il coperchio e continuo la cottura per almeno un’altra mezz’ora. Lascio cuocere per 1 ora a fuoco medio-basso, a pentola semi coperta, ma non ci sono limiti superiori (unendo altra acqua se necessario);
– regolo di sale prima della fine della cottura;
– servo caldo o freddo a piacere, completandolo con una grattugiata di pepe, parmigiano grattugiato e con un filo d’olio a crudo;
– soprattutto nel periodo estivo, provate ad arricchirlo, a fine cottura quando ormai avete spento il fuoco, con una bella cucchiaiata di pesto!
– potete servire assieme dei crostini fragranti di pane, (ricetta dei crostini)

– in alternativa provate a mettere nei piatti delle friselle e versarci sopra il minestrone, caldo o freddo, aspettare 10 minuti e servire (a questo punto però consideratelo piatto unico);
– sempre se volete rendere il minestrone un piatto unico potete aggiungere la pasta corta tipo i “bricchetti” liguri o il riso.